Narcisa Monni. Wildface

a cura del Museo Nivola
Sede della Pro Loco di Mamoaiada

in occasione del I MaMuMask – Festival internazionale delle maschere Mamoiada, 16-18 giugno 2018

Il volto è il luogo primario e quotidiano di costruzione dell’identità. Il fronte che presentiamo al mondo, la facciata che nasconde o tradisce intenzioni, sentimenti e pensieri.
La maschera ripete il volto, lo raddoppia e ne ribadisce l’essenza (persona è il termine latino che la definisce) ma, dall’infinito campionario di espressioni rivelatrici dell’io ne seleziona una, la fissa sottraendola allo scorrere del tempo e al mutare delle emozioni. Paradossalmente quindi, benché l’espressività vi sia spesso esasperata, talvolta sino al grottesco e alla caricatura, la maschera è l’antitesi dell’espressione.

Un’espressività inespressiva è anche quella che caratterizza il progetto Wildface di Narcisa Monni, realizzato in occasione del festival MaMuMask. Sul tema della maschera Monni costruisce una sequenza pittorica in cui il dinamismo gestuale del segno drena ogni vitalità dal suo soggetto. Dipinte su lastre di alluminio, le dodici teste animali e umane che compongono la serie sono raggelate come trofei contro la superficie riflettente che fa loro da sfondo. La liscia freddezza del supporto contrasta con il calore materico della pennellata che si aggrappa al metallo o vi scivola sopra. Il piano di alluminio evoca il tema dello specchio, come la maschera rappresentazione insieme concreta e allusiva del doppio.

Ironica e disturbante al tempo stesso, la serie alterna immagini di animali selvatici e domestici (la volpe, l’astore, il maiale, il cane, la capra, il muflone, il toro) a ritratti di persone a vario titolo vicine all’artista. Gli uni e gli altri sono accomunati dalla riduzione formale, dalla frontalità dell’impianto compositivo, dalle orbite vuote e nere, che negano lo sguardo e con esso ogni possibilità di coinvolgimento empatico dell’osservatore.

Se la saggezza popolare assegna agli animali qualità psicologiche e tratti caratteriali (la volpe è furba, il maiale ingordo, il cane è fedele) gli umani appaiono ancor più segnati da una imperscrutabile vacuità, non concedendo nulla alla spasmodica ricerca del senso che il volto umano – in cui sempre ricerchiamo noi stessi – inevitabilmente scatena.

Il progetto Wildface non si esaurisce nell’esposizione di un ciclo pittorico ma include un momento performativo. Il pubblico è invitato a scegliere una delle dodici immagini che compongono la serie e a indossare la maschera che la riproduce. Rivelati e nascosti dai loro schermi di carta, i visitatori diventano partecipi di un evento in cui musica, danza e convivialità evocano il rito del carnevale.

Col progetto di Narcisa Monni Wildface, il Museo Nivola prende parte alla prima edizione del festival MaMuMask, una manifestazione che si propone di rafforzare le sinergie di un territorio, quello del centro Sardegna, ricco di cultura e tradizioni e aperto al contemporaneo in tutte le sue espressioni.

Portare l’arte contemporanea all’interno di un festival incentrato sulle tradizioni viventi, la cultura materiale e l’agrifood significa leggere la cultura come un campo espanso ed ibrido in cui passato e presente si incrociano per creare un’idea di futuro e un’esperienza dinamica, coinvolgente, aperta alle contaminazioni.

Con la presenza al festival, il Museo Nivola rafforza i legami di collaborazione che da tempo lo uniscono al Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada, un esempio concreto di come lo sviluppo di strategie di rete fra istituzioni culturali con missioni diverse alla crescita degli attori coinvolti, del pubblico e di tutto il territorio.

Narcisa Monni
(Alghero, 1981) si forma all’Accademia di Belle Arti di Sassari, dove ottiene il diploma in Pittura e si specializza successivamente presso la Facoltà di Architettura di Alghero in Interaction Design. Attualmente è docente di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari. Nel tempo ha sperimentato diversi media espressivi passando dall’installazione all’elaborazione fotografica fino alla pittura su supporti non convenzionali (lastre di alluminio, buste di plastica, muri, ecc).

Il Museo Nivola
Il Museo Nivola di Orani (Nuoro), sito al centro di un parco nel cuore della Sardegna, è dedicato all’opera di Costantino Nivola (Orani, 1911 – East Hampton, 1988), figura importante del contesto internazionale incentrato sulla “sintesi delle arti”, l’integrazione tra arti visive e architettura, e personaggio chiave negli scambi culturali tra Italia e Stati Uniti del secondo Novecento. Il museo possiede una collezione permanente di oltre duecento sculture, dipinti e disegni di Nivola e organizza mostre temporanee incentrate in prevalenza sul rapporto fra l’arte, l’architettura e il paesaggio.

MaMuMask – Festival internazionale delle maschere Mamoiada, 16-18 giugno 2018

Main partner

Info museo


ORARI
Lunedì, Martedì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica : Orario continuato 10.30 – 19.30
Chiusura settimanale: mercoledì 

BIGLIETTI

Adulti
Intero: € 5,00
Visitatori in possesso della Mappa dei luoghi della cultura ( validità fino al 31 ottobre 2019), studenti con documento valido di riconoscimento; Soci CTS; possessori di un biglietto vidimato nello stesso anno solare del Museo delle Maschere di Mamoiada o dell’Acquario di Cala Gonone; gruppi a partire da 10 persone

Ridotto: € 3,00
Bambini e ragazzi sino ai 18 anni; visitatori con disabilità e un loro accompagnatore /accompagnatrice;  guide turistiche iscritte al Registro Regionale; Soci della Peggy Guggenheim Collection; Soci ICOM; cittadini di Orani

Membership
L’ingresso è gratuito per tutti i soci del Museo Nivola.Diventa socio oggi stesso!

VISITE GUIDATE
Mattina ore 11:30 – Pomeriggio ore 16:00;
Su prenotazione per i gruppi a partire da 10 persone.
Costo della visita: 2,00 € oltre il prezzo del biglietto

Museum info


TIMETABLE
Monday, Tuesday, Thursday, Friday, Saturday and Sunday: Open all day 10.30 – 19.30.
Weekly closing: Wednesday

TICKETS

Adults
Full: € 5,00
Students with full ID; CTS members; visitors of the Museo delle Maschere in Mamoiada or of the Acquarium of Cala Gonone with a ticket issued on the same year, groups of 10 or more

Reduced: € 3,00
Kids under 18; visitors with disabilities and one accompanying friend; professional tourist guides registered in the Registro Regionale; Peggy Guggenheim Collection members; ICOM members; Orani’s citizens

Membership
Admission is free to all Nivola Museum Members. Become a member today!

GUIDED TOURS
Morning: 11.30 am – Afternoon: 4 pm;
Reserved for groups of 10 people.
Cost of the guided tour: 2,00 € in addition to the cost of admission